Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Soave: Bellezza in bicicletta

Domani e domenica, 20 e 21 maggio, in occasione della tradizionale festa del vino del borgo medievale, gli enoturisti potranno godersi il paesaggio incontaminato del Soave grazie alle e-bike e a speciali percorsi tra colline e vigneti.
Photo credits: fonte ufficio stampa

Colline, vigneti scoscesi, filari di garganega, distese di pergola. Sullo sfondo l'austero castello medievale quasi a far da guardiano a tale patrimonio. Ecco a colpo d'occhio il paesaggio del Soave nella sua interezza: una vera icona di incontaminata bellezza, risultato del perfetto connubio tra generosità della natura e mano dell'uomo.

Un comprensorio produttivo tra i più belli d'Italia che deve essere conosciuto e valorizzato senza che perda la sua integrità.

Ecco quindi l'idea di fondo che ha sposato il Consorzio del Soave per vivere questo parco enologico in maniera smart e consapevole.
In occasione della Festa del Vino di Soave, in programma dal 19 al 21 maggio, il Consorzio di Tutela, in collaborazione con l'associazione WineBikeLoop, sostiene infatti il turismo sano e rispettoso di ambiente e paesaggio.

«Abbiamo scelto di supportare e di divulgare questa forma di enoturismo – evidenzia Sandro Gini, Presidente del Consorzio del Soave – perché è assolutamente in linea con la nostra identità. Usare un mezzo “green” e amico dell'ambiente come le e-bike non solo assicura un approccio rispettoso del nostro paesaggio ma regala al turista l'emozione di essere all'interno di questo spazio incontaminato senza interferenze date dal rumore del motore o dagli scarichi delle auto. Una vera e propria esperienza immersiva».

Diventare co-protagonisti rispettosi del paesaggio e attori co-primari nel divulgarne la bellezza. Questa l'idea di fondo che ha spinto il Consorzio del Soave a supportare forme di enoturismo intelligente ed evoluto come quelle proposte da WineBikeLoop.

Doppia la valenza di questa iniziativa: da un lato supportare l'enoturismo tra le aziende associate grazie a proposte accattivanti e ad itinerari originali; dall'altro favorire la divulgazione dei valori del comprensorio del Soave anche tra i meno esperti, facendo vivere loro delle esperienze immersive ad impatto zero.

Quello del Soave è un vero e proprio parco da vivere: sia a piedi lungo ad esempio il Percorso dei 10 Capitelli, sia a cavallo, attraverso sentieri semi-sconosciuti, sia con le più innovative e-bike, è infatti possibile immergersi in uno spazio incontaminato a diretto contatto con la natura. Non a caso proprio queste colline sono state insignite del riconoscimento Giahs-Fao (Globally important agricutural heritage system – Sistemi di patrimonio agricolo di importanza mondiale) dedicato a quelle zone agricole nel mondo che promuovono un'agricoltura sostenibile, lontana dai processi industriali, e che conserva uno stretto legame tra paesaggio, prodotti locali, comunità rurali associate

Nelle giornate di sabato 20 e domenica 21 maggio turisti e visitatori potranno infatti usufruire delle e-bike per muoversi tra il borgo medievale di Soave e le colline circostanti. Percorsi differenti per scoprire scorci paesaggistici inediti, alla scoperta naturalmente delle cantine del Soave e delle loro interpretazioni enologiche.

I partecipanti saranno accompagnati da una guida cicloturistica. Sono previste partenze di piccoli gruppi ogni ora, dalle 10.00 alle 17.00. Partenza da Piazza Foro Boario, di fronte allo IAT. E' preferibile la prenotazione al numero 334 593 8139.

Foto: Archivio fotografico Consorzio del Soave

 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Grafico pubblicitario dal 1991, cuoco per passione, innamorato del mangiare e del bere bene da sempre.

RUBRICHE

Pubblica con noi