Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Torna “Identità Milano” 2023 il Congresso Internazionale di Cucina d’Autore

Svelate le novità e gli highlights del programma
Photo credits: fonte ufficio stampa Magenta Bureau

Si avvicina Identità 2023, diciottesima edizione del congresso di cucina d’autore, pasticceria e servizio di sala più importante d’Italia e tra i più prestigiosi al mondo. Da sabato 28 a lunedì 30 gennaio al Mi.Co. Milano Congressi saliranno sul palco i maggiori protagonisti del settore nel nostro Paese e non solo, che porteranno riflessioni e testimonianze attorno al tema di questa edizione, “Signore e signori, la rivoluzione è servita”.

Il congresso è nato nel 2005 per dare voce e accompagnare la crescita degli italiani, poi via via allargatosi ai tanti “distretti confinanti”, ossia il mondo della pizza, quello della pasticceria, del vino, della mixology, dei prodotti d’eccellenza, dell’ospitalità e dell’hôtellerie.

Un’urgenza di attualità attraverserà Identità Milano 2023 per ripensare e mettere in discussione quanto costruito e accaduto finora, all’insegna del cambiamento e dell’innovazione.

Grande ritorno degli ospiti internazionali: tra questi David Gelb e Brian McGinn, rispettivamente creator & executive producer e executive producer & director di Chef’s Table su Netflix, Fatmata Binta, fondatrice della Fulani Kitchen Foundation in Ghana e vincitrice del Basque Culinary World Prize 2022, Alex Atala, chef patron del D.O.M. di San Paolo in Brasile; e ancora Leonor Espinosa, chef patron di Leo a Bogotà e Best Female Chef World’s 50 Best Restaurants 2022, Albert Adrià dell’Enigma di Barcellona, il Food Scientist statunitense Harold McGee e Ángel León di Aponiente.

E molti altri ancora, che, sui palchi del Mi.Co., si alterneranno ad alcuni dei principali protagonisti della scena gastronomica italiana, come Massimo Bottura, Corrado Assenza, Carlo Cracco e Luca Sacchi, Antonia Klugmann, Moreno Cedroni e Luca Abbadir, Niko Romito, Franco Pepe.

Anche quest’anno le Sale Blu torneranno a ospitare le sezioni tematiche del congresso, che ruoteranno attorno a contenuti specifici ma accomunati sempre dal tema conduttore: si parlerà di , di pizza, di pasta, di pasticceria, di formaggio, di Identità Vegetali e ancora di giovani, con una giornata dedicata ai nuovi protagonisti del mondo enogastronomico dall’eloquente titolo “Il futuro è loro”.

Uno spirito nuovo attraverserà non soltanto i temi affrontati dai relatori durante le masterclass all’interno delle sale, ma anche gli spazi e l’area espositiva.

“Una volta di più il congresso sarà una sfida e parlerà della rivoluzione che sta avvenendo nel mondo della ristorazione, un work in progress, un processo in atto che noi cercheremo di documentare portando alla ribalta le storie e le esperienze più significative di questo momento storico”.

Commenta Claudio Ceroni, fondatore e curatore di Identità Golose.

Tra le novità più rilevanti, lo Spazio Arena, “un’agorà per dialogare in modo meno rigido e far circolare liberamente le idee”, come definita da Paolo Marchi, fondatore e curatore di Identità Golose. Un luogo che richiama nella forma un anfiteatro, dove si alterneranno attività di assoluto rilievo in un clima inclusivo e aperto alla riflessione.

Il programma dello Spazio Arena si aprirà eccezionalmente con un imperdibile appuntamento che suggella l’impegno e il contributo nello sviluppo e nella promozione della gastronomia del futuro: sabato 28 la nuova area del Congresso ospiterà la finale italiana di S.Pellegrino Young Chef Academy Competition 2022-2023, il progetto internazionale creato dalla S.Pellegrino Young Chef Academy per scoprire e coltivare i talenti del futuro.

Dieci giovani cuochi, affiancati da altrettanti chef mentori, si sfideranno di fronte a una giuria composta da alcuni dei più celebri protagonisti della scena gastronomia italiana; insieme valuteranno i signature dish presentati per decretare il giovane talento che rappresenterà l’Italia alla Gran Finale internazionale, in programma nel 2023, che verrà annunciato domenica 29 sera nel corso di una esclusiva cerimonia di premiazione.

Domenica 29, invece, lo Spazio Arena ospiterà “Golosi di Identità”, un format in collaborazione con Fondazione Cotarella, creata da Dominga, Marta ed Enrica Cotarella insieme a Ruggero Parrotto per promuovere e sostenere abitudini, studi e cure per un’alimentazione sana ed equilibrata. La giornata sarà articolata in quattro sessioni dedicate ad altrettante tematiche: terra e territori, cibo e scienza, ospitalità, disturbi alimentari.

Lunedì 30 gennaio toccherà a Identità , in collaborazione con Bibite Sanpellegrino e Perrier, animare gli spazi del nuovo anfiteatro. Alcuni tra i talenti più brillanti del mondo della mixology italiana e internazionale racconteranno le novità e le rivoluzioni affrontate negli ultimi tempi da un settore dinamico e recettivo dei cambiamenti.

Il programma completo del congresso, insieme a tutte le informazioni utili per partecipare, è disponibile sul sito dedicato.


IDENTITÀ GOLOSE
Identità Golose nasce nel gennaio del 2005 come il primo congresso italiano di cucina d’autore, ideato da Paolo Marchi: da ormai quindici anni, con l’organizzazione di MAGENTABureau, accoglie sul palco i più grandi professionisti della cucina e della pasticceria, italiani e internazionali. Cuochi che sanno dare un’impronta originale al proprio lavoro, nel campo della tradizione e lungo i sentieri della creatività.

In foto: Paolo Marchi e Claudio Ceroni Fondatori di Identità Golose

 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Grafico pubblicitario dal 1991, cuoco per passione, innamorato del mangiare e del bere bene da sempre.
a.grazi@fooday.it

RUBRICHE

Pubblica con noi