Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Un nuovo capitolo per i Chianti Classico della famiglia Cecchi

Gli Scudi e il piacere del Sangiovese. Quella tra Cecchi e il Chianti Classico è una storia secolare che si rinnova vendemmia dopo vendemmia guardando alle evoluzioni di un territorio unico al mondo.
Photo credits: fonte ufficio stampa wellcomonline.com

Qui, nel comune di Castellina in Chianti (che ospita la UGA Castellina), un angolo di incastonato tra le valli dei tre fiumi Elsa, Pesa e Arbia, nascono le tre etichette di Chianti Classico DOCG della linea Gli Scudi Cecchi: Storia di Famiglia Chianti Classico, Riserva di Famiglia Chianti Classico Riserva e Valore di Famiglia Chianti Classico Gran Selezione.

Tre declinazioni della medesima denominazione che ne interpretano l’intera piramide qualitativa, restando fedeli a un’idea di Chianti Classico che guarda alla tradizione con vocazione alla modernità e alla convivialità.

Vini che raccontano un nuovo Rinascimento del Chianti Classico, con profili organolettici ispirati alla piacevolezza ed all’espressività del varietale Sangiovese.

I caratteri delle nuove annate di questa linea guardano proprio a questa direzione restando fedeli ai principi della filosofia produttiva di Cecchi: la qualità delle materie prime, innanzitutto; e poi il legame dei vitigni con il territorio di appartenenza. Dopo la raccolta, le uve di ogni vigneto vengono infatti vinificate ed affinate separatamente, in parte in acciaio, legno e cemento; al momento dell’assemblaggio, l’obiettivo è sempre la ricerca della massima eleganza, insieme al mantenimento delle caratteristiche dell’annata.

Con queste prerogative, la linea Gli Scudi rappresenta l’eccellenza della produzione vinicola toscana del brand Cecchi: i suoi tre Chianti Classico DOCG sono simbolo della qualità e dell’esperienza produttiva secolare della famiglia.

Storia di Famiglia Chianti Classico DOCG 2020 è una delle etichette simbolo della tradizione in Cecchi e con cui l’azienda ha affermato la sua presenza sul mercato globale. Un Chianti Classico che celebra il Sangiovese nella sua veste più fresca ed elegante. L’annata 2020 ha visto un andamento climatico particolarmente felice facendo seguire a una primavera fresca, un’estate calda e lunga ma con buone escursioni termiche fra il giorno e la notte che hanno consentito di raccogliere uve perfettamente mature e ricche di sostanze fenoliche. Questo ha conferito a Storia di Famiglia un ricco ed intenso bouquet di aromi concentrato su piccoli frutti rossi e spezia. Rivela grande piacevolezza al palato in un gioco di equilibri tra struttura, ampiezza e note fruttate.

Riserva di Famiglia Chianti Classico DOCG Riserva 2017 sale un gradino della piramide produttiva della denominazione per offrire un vino che mostra il lato più seducente del Sangiovese. Questa etichetta viene prodotta solo nelle annate in cui le uve raggiungono i parametri qualitativi desiderati.

La 2017 in Toscana è stata un’annata scandita dalla siccità e da temperature estive sopra alla media. Nei primi giorni di settembre si sono verificate alcune precipitazioni di bassa intensità, preziose per rinvigorire le viti e completare la maturazione delle uve in vista della vendemmia. Questo ha denotato vini dalle cromie intense e vivaci, con profili aromatici ricchi e complessi e tannini morbidi e maturi.

Per il Chianti Classico Riserva l’affinamento in barriques e tonneaux ha avuto una durata di 12 mesi portando a profili sensoriali che integrano la dimensione del frutto a un’articolata rete di note speziate, tostate e di sottobosco. Il colore si presenta di un rosso rubino carico. Il profumo ampio ed etereo evidenzia note di frutto maturo spezie e tostatura. In bocca la buona struttura ha concentrazione ed eleganza.

Valore di Famiglia Chianti Classico DOCG Gran Selezione 2018. L’etichetta che porta la linea Gli Scudi al “valore” più alto del Chianti Classico, la Gran Selezione. Un’espressione unica del Sangiovese in purezza che Cecchi traduce in un vino caratterizzato da raffinatezza, eleganza e pulizia.

La 2018 può definirsi, sia per andamento climatico che per i vini a cui ha dato origine, un’annata distinta dall’equilibrio. Il mese di settembre in particolare ha visto un susseguirsi di giornate soleggiate ma con una grande escursione termica fra giorno e notte, che ha consentito di portare le uve ad una corretta maturazione fenolica e aromatica. Valore di Famiglia racconta l’evoluzione del Sangiovese. Dopo 15 mesi di tonneaux il vino affina 3 mesi in cemento per poi riposare in bottiglia almeno 1 anno prima dell’immissione in commercio.

Fruttato, etereo, sapido e vellutato al palato si sviluppa in una ampia avvolgenza preludio di un finale lungo e persistente.

Per info:

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Grafico pubblicitario dal 1991, cuoco per passione, innamorato del mangiare e del bere bene da sempre.
a.grazi@fooday.it

RUBRICHE

Pubblica con noi