Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Una Giornata Mondiale del Gin a regola d’arte con Ginarte

Per celebrare il World Gin Day, il prossimo 8 giugno, la storica distilleria Pallini presenta il Premium Gin Italiano dedicato al mondo dell’arte. E propone un iconico viaggio nella bellezza e nel suo sapore raffinato attraverso drink esclusivi appositamente pensati per questa ricorrenza.
Photo credits: fonte DAG Communication

Eleganza e bellezza si fondono a botaniche pregiate di antica tradizione con una forte vocazione . Si potrebbe riassumere così l'essenza di Ginarte, il Premium Gin Italiano dedicato al mondo dell'arte, novità distribuita da Pallini, storica distilleria romana, l'unica ancora attiva nella capitale dai primi del Novecento. Per celebrare a regola d'arte il World Gin Day, in programma quest'anno sabato 8 giugno, questo gin versatile e raffinato propone esclusivi ideati per esaltarne il sapore ottenuto da 13 botaniche autoctone selezionate. Alle note principali regalate dalle bacche di ginepro, provenienti dall'Appennino toscano, si aggiungono infatti i sentori di nepitella, cartamo, reseda odorata, robbia e guado di Montefeltro: tutte cosiddette “botaniche dell'arte”, perché impiegate dai più importanti artisti del Rinascimento come pigmenti naturali nella pittura e nella decorazione. Ci sono poi l'angelica, la lavanda, l'ibisco, i fiori di sambuco, i germogli di pino, il pino mugo e gli aghi di pino, che completano l'opera dando vita ad un gin pulito e complesso allo stesso tempo.

L'ARTE COME FONTE DI ISPIRAZIONE

Con un design essenziale che trascende il tempo, la bottiglia di Ginarte non è un semplice contenitore ma un vero e proprio simbolo, che celebra la propria passione per l'arte con una dichiarazione ancora più incisiva, “THE SPIRIT OF ART”, impressa direttamente sulla superficie della bottiglia. Un gioiello che custodisce un Gin realizzato con botaniche pregiate di una tradizione antica.

I COCKTAIL GINARTE PER IL WORLD GIN DAY

Premium Gin versatile e raffinato, Ginarte è ideale in miscelazione per regalare fresche e vivaci proposte di cocktail estivi:

MARTINI

Forse il più celebre cocktail al mondo, il Martini è perfetto per un all'insegna della semplicità: con soli due ingredienti, il gin e il vermouth, è capace di conquistare anche i palati più esigenti e raffinati.

La rivisitazione con Ginarte conferisce ulteriore eleganza e vivacità.

Ingredienti:

• 5 cl Ginarte dry gin

• 1 cl vermouth dry

Preparazione: riempire un mixing glass con del ghiaccio così da raffreddarlo. Con l'aiuto di uno strainer, o di un più comune colino, eliminare l'acqua in accesso bloccando il ghiaccio nel bicchiere. Versare il gin e poi il vermouth dry direttamente nel mixing glass. Mescolare il tutto e versarlo in una coppa raffreddata in freezer. Guarnire il cocktail con delle scorze di limone o delle olive.

NEGRONI

Iconico italiano dal tipico colore rosso, il Negroni è uno degli aperitivi più amati che deve la sua creazione ai viaggi in terra inglese del noto conte Camillo Negroni. È proprio a lui che si deve lo spunto di sostituire il seltz dell'Americano con il britannico gin. E questa versione con Ginarte è ulteriormente robusta.

Ingredienti:

• 3 cl Ginarte dry gin

• 3 cl bitter rosso

• 3 cl vermouth rosso

Preparazione: in un bicchiere colmo di ghiaccio, versare in parti uguali il gin, il vermouth e il bitter. Mescolare il tutto e guarnire con una fettina di arancia o di limone.

POMEGRANATE FIZZ

Spumeggiante e frizzante, il Pomegranate Fizz è l'ideale per rinfrescare le prime calde sere d'estate. E la versione con l'utilizzo di Ginarte nella sua versione pomegranate, ovvero la sua delicata aromatizzazione al melograno, ne arricchisce il carattere e ne conserva tutta l'eleganza e l'equilibrio. Anche il melograno, come le altre botaniche, è in linea con l'anima artistica di questo distillato toscano: la corteccia del frutto, infatti, veniva usata fin dall'antichità per ottenere un pigmento giallo ocra impiegato nel mondo dell'arte fino al XIX secolo.

Ingredienti:

• 4.5 cl Ginarte pomegranate

• 3 cl succo di melograno

• 1 cl zucchero

• Soda

Preparazione: in uno shaker colmo di ghiaccio, versare tutti gli ingredienti ad eccezione della soda. Shakerare e versare in un bicchiere alto colmo di ghiaccio. Aggiungere la soda e guarnire con una scorza di limone e un rametto di rosmarino.

Pallini

1875 – Nicola Pallini, nato a Civitella del Tronto nel 1851, fonda l'Antica Casa Pallini ad Antrodoco, paese al confine fra e .

1922 – Suo figlio Virgilio trasferisce la distilleria a , nei pressi del Pantheon, e rende negli anni il Mistrà Pallini leader indiscusso tra gli anici nella capitale.

1962 – La terza generazione, Giorgio e Nicola, spostano la produzione nell'attuale stabilimento di Via Tiburtina e grazie ai nuovi spazi e nuovi macchinari iniziano le esportazioni dei prodotti Pallini in America.

1985 – Virgilio Pallini jr., da 10 anni alla guida dell'azienda, consolida la Sambuca Romana come leader negli USA. Lancia, inoltre, i primi spot televisivi del Mistrà con il jingle “Pallini è un gran Mistrà”, ancora oggi ricordato a livello .

2001 – Micaela Pallini, rappresentante della quinta generazione della famiglia ed attuale Presidente, si unisce all'azienda e crea la squadra che aiuterà a rendere il Limoncello Pallini un successo internazionale.

2023 – Pallini esporta attualmente in 58 paesi nel mondo. Il Limoncello Pallini attualmente è il primo limoncello premium a livello mondiale per vendite globali.

 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi