Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

VINITALY: Les Grands Chais de France presenta “METODO CLASSICO DAL MONDO”

Martedì 16 aprile, ore 12.30, andrà in scena la masterclass dedicata alle bollicine di Francia e Sudafrica.
Photo credits: fonte ufficio stampa

Nel corso dell'edizione 2024 di Vinitaly, in programma a dal 14 al 17 aprile, Les Grands Chais de France propone la degustazione “Metodo Classico dal Mondo”, un affascinante viaggio attraverso le diverse espressioni di questo metodo di produzione. Nei calici non solo spumanti provenienti dalle famose regioni francesi produttrici di Crémant, come Borgogna, Jura e Alsazia, ma anche dal non meno rinomato Sudafrica con il Cap Classique Blanc de Blanc (100% Chardonnay) dell'azienda Villiera. Oltre al Brut Natural della realtà sudafricana, si degusteranno a Verona il Brut Nature Crémant de Jura di Maison du Vigneron, il Crémant de Bourgogne Chardonnay Brut Prestige 2020, 100% Chardonnay firmato Moillard e il Crémant d'Alsace Brut Nature di Klipfel. A guidare la degustazione Romina Romano, country manager Italia di Les Grands Chais de France, insieme ai colleghi Stephane Schaeffer, esperto di Borgogna del gruppo, e Gaetano d'Afflitto, Group Coordinator International Wines.

La degustazione si terrà martedì 16 aprile, dalle 12.30 alle 13.15, nella sala Orchidea del Palaexpo (entrata A1, piano -1). L'evento è aperto al pubblico, previa registrazione.

Info e costi sul sito a fondo pagina.

About Les Grands Chais de France

Inizia nel 1979 in Alsazia la storia di Les Grands Chais de France, il gruppo fondato e gestito da Famille Helfrich. Partendo da questa fiabesca striscia di terra, fra le regioni vinicole più settentrionali della Francia nota soprattutto per i suoi vini bianchi, Joseph Helfrich guarda alle altre aree del suo Paese sognando una realtà capace di valorizzare i migliori terroir di Languedoc, Bordeaux, Jura, Loira, Borgogna, Valle del Reno e giù fino al bacino mediterraneo della Provenza. Nel 1981, il gruppo Les Grands Chais de France inizia l'ascesa che lo ha portato ad avere Domaine di proprietà nei territori più vocati per la produzione di vini fermi e Crémants ma anche ad affermarsi come il primo esportatore di vino francese nel mondo, con più di 170 Paesi raggiunti, e partner privilegiato dei produttori di zone come Valle della Loira, Bordeaux, Gascogne, Languedoc – Roussillon, Provenza, Valle del Rodano, Diois, Borgogna, Jura e Alsazia. Un gruppo dallo sguardo che mantiene salda la sua dimensione famigliare, con la presenza attiva di Frédric e Anne-Laure, i figli di Joseph Helfrich, e testimoni di un sogno divenuto realtà. Les Grands Chais de France possiede 75 proprietà di cui 71 in Francia e il restante in Paesi come Spagna, Cile e Sud Africa.

Les Grands Chais de France registra complessivamente oltre 1 miliardo di euro di fatturato l'anno per 550 milioni di bottiglie vendute. La realtà fondata da Joseph Helfrich, e oggi guidata da lui e dai suoi figli, vende nel mondo 1 bottiglia su 4 di vino francese. Con una presenza consolidata in Asia, America e Nord Europa ma anche in Paesi di nicchia, il gruppo francese mira ad espandere la sua presenza sul territorio italiano, con un occhio di riguardo per il canale horeca. Proprio per questo lo sviluppo del mercato è stato affidato quattro anni fa alla country manager emiliana Romina Romano.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi