Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

VISTORTA presenta a Slow Wine Fair Bianca e Brando, i nuovi vini frutto di una lunga sperimentazione

La storica azienda friulana guidata da Brandino Brandolini d’Adda partecipa per il secondo anno alla fiera bolognese con una nuova linea.
Photo credits: fonte ufficio stampa ZED-COM

Vistorta, storica azienda friulana, presenterà alla Slow Wine Fair di dal 25 al 27 febbraio, due nuovi vini che rappresentano la svolta contemporanea voluta da Brandino Brandolini D'Adda e dal winemaker Alec Ongaro.

Per Vistorta è il secondo anno di partecipazione alla bolognese, che vede partecipare le aziende che fanno della sostenibilità e delle pratiche agricole rispettose dell'ambiente il fulcro dell'agire quotidiano.

Bianca e Brando sono due vini da monovitigno (rispettivamente 100% friulano e 100% merlot) che vengono prodotti con tecniche tradizionali come la prolungata macerazione sulle bucce, le follature manuali, le fermentazioni spontanee in botti aperte.

Sia Bianca che Brando fanno lunghe macerazioni a contatto con le bucce, con follature manuali. Le fermentazioni avvengono a barrique aperta e in ceramica e gli affinamenti, sempre a contatto con le bucce, sono prolungati: 200 giorni per Bianca, 180 per Brando. Dopo la svinatura e la torchiatura, la maturazione avviene sia in ceramica che in legno francese per donare eleganza e raffinatezza, mantenendo il forte carattere dei vini.

Assieme a questi due vini l'azienda porterà in assaggio anche la nuova annata del merlot Vistorta, un vino capace di evolvere nel tempo, frutto della grande esperienza di Brandino Brandolini D'Adda con questo vitigno. Il Merlot Vistorta viene selezionato da 16 parcelle di vigneto, che si differenziano per età della vigna, clone e sistema di allevamento, per ottenere diverse sfumature nel vino finale. Anche la vinificazione avviene separatamente per gestire al meglio le macerazioni in base alle caratteristiche delle uve, variando lunghezza e intensità dei rimontaggi vasca per vasca. Da qualche anno il 20% del prodotto viene vinificato sia in barrique a cielo aperto che in ceramica, con follature manuali e diversi periodi di macerazione post fermentativa.

A Slow Wine Fair, dal 25 al 27 febbraio 2024 – Stand M 21 – Pad 20

Vistorta è l'Azienda Agricola di 220 ettari, fondata da Guido Brandolini nel 1872. Oggi è guidata da Brandino Brandolini D'Adda e seguita in cantina con passione da Alec Ongaro. I vigneti, a conduzione biologica dal 2008, si trovano tutti a Vistorta, piccolo borgo friulano al confine con il . Il merlot introdotto a fine dell‘800 in azienda produce il Vistorta, con uve selezionate da dieci piccoli appezzamenti. Le varietà autoctone, come il friulano, la ribolla, il refosco, accompagnano il pinot grigio e lo chardonnay per produrre vini giovani, fruttati ed eleganti.

 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi