Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

VITICOLTURA, ENOVITIS IN CAMPO: 6mila i visitatori specializzati registrati alla 18a edizione della rassegna dinamica

Appuntamento in Abruzzo per il 2025.
Photo credits: fonte ufficio stampa Ispropress

Espositori e pubblico sempre più profilati, oltre 100 trattori e più di 200 attrezzature in movimento, per un comparto sempre più orientato all'automazione e a un know how adattivo per far fronte alle sfide climatiche. È la sintesi dell'edizione 2024 di Enovitis in campo, la rassegna dinamica di Unione italiana vini (Uiv) che, nonostante le previsioni avverse e il maltempo che ha colpito anche la manifestazione in fase di chiusura (non impendendone la riuscita), si è chiusa a quota 6mila visitatori tra aziende vitivinicole, enologi, agronomi, tecnici e viticoltori da tutto il Nord e Centro Italia e dall'estero.

“Enovitis in campo si conferma la manifestazione di riferimento per la viticoltura di precisione – ha commentato il segretario generale Uiv, Paolo Castelletti – un momento di osservazione, confronto e dialogo per mettere al centro possibili soluzioni alle sfide più attuali per il settore. In questa 18^ edizione – ha proseguito Castelletti – abbiamo registrato grandissimo interesse sia sul fronte della guida autonoma e dell'automazione, in risposta alla crescente carenza di manodopera specializzata, sia sul fronte della difesa fitosanitaria in un contesto di avversità metereologiche pesanti. In particolare, si è posta molta attenzione su soluzioni e ritrovati capaci di intervenire in maniera efficace e tempestiva, anche attraverso la biostimolazione di origine naturale. L'appuntamento per l'edizione 2025 sarà, per la prima volta, in ”.

Dall'esordio nel 1998 in , Enovitis in campo è una dinamica e itinerante in tutta Italia. In 18 edizioni ha quadruplicato gli espositori partecipanti e triplicato i visitatori, diventando l'appuntamento di riferimento per il comparto delle tecnologie per la viticoltura.

 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Mariella Belloni

Licenza di distribuzione:

Condividi

Ti piace?

0

Potrebbe interessarti anche...

Redazione

Co-founder Fooday.it, dal 1996 creo e gestisco progetti editoriali online.
cecchi@puntoweb.net

RUBRICHE

Pubblica con noi